oto.TELEMEDICINE

Mar 02, 2021

modulo di Otorinolaringoiatria della rete di Telemedicina più importante dell’Africa Sub-Sahariana

 

È possibile che la tecnologia diventi uno strumento umano?

Crediamo che di si. Con la telemedicina siamo in grado di fare in modo che questi due mondi (l’uomo e la tecnologia) si incontrino al fine di creare un posto migliore nel quale vivere.

Il progetto oto.TELEMEDICINE è il progetto più ambizioso della Fondazione Mario Sanna: esso consiste in un programma di tre fasi che porterà alla costituzione di una rete di telemedicina della specialità dell’Otorinolaringoiatria nei centri sanitari nell'Africa sub-sahariana utilizzando un'infrastruttura esistente costruita dalla ONLUS GHT, braccio sanitario della Comunità di Sant’Egidio.

La rete di telemedicina del programma DREAM della comunità di Sant'Egidio è stata concepita e costruita dalle fondamenta dal dottor Michele Bartolo, direttore del Reparto di Telemedicina dell'ospedale San Giovanni di Roma.

La Fondazione Mario Sanna grazie ad una importante donazione della William Demant Foundation di Copenhagen, ha potuto contribuire alla costruzione del modulo di Otorinolaringoiatria di Telemedicina della rete GHT. I medici del Gruppo Otologico della casa di cura Piacenza già oggi refertano decine di casi proposti dai centri sanitari della comunità di Sant’Egidio. La piattaforma di Telemedicina rappresenta infatti per i centri DREAM dello Stato del Malawi (DREAM Center) e dello Stato del Kenya (Gertrude’s Children Hospital), una speranza quotidiana per tutti i pazienti, specialmente pediatrici, che non possono permettersi visite dagli specialisti locali. Ogni giorno bambini ed adulti possono infatti accedere ad una visita in Otorinolaringoiatria gratuitamente direttamente eseguita da un medico del Gruppo Otologico.

Nel 2020 è stato costruito un ambulatorio dedicato unicamente alle visite di Telemedicina nella città di Blantyre, Malawi (nella foto), dove medici specialisti africani, formatisi nel 2019 a Piacenza, sottopongono i casi ai medici specialisti del Gruppo Otologico.

La telemedicina si è rivelata, specialmente nel periodo pandemico, una risorsa inestimabile per tutte quelle persone che non hanno potuto accedere ai servizi sanitari a causa delle misure restrittive.

Per saperne di più:

Link della Fondazione William Demant:

https://www.williamdemantfonden.dk

l’intervista al Dott. Robert Mphere (Malawi) sulla sua esperienza di formazione al Gruppo Otologico interamente finanziata dalla Fondazione:

http://www.ghtelemedicine.org/site/index.php/rassegna-stampa/missioni?start=5